Esproprio Autostrada Firenze Pistoia. Come tutelarsi?

L’autostrada A11, che collega Firenze e Pistoia, è una delle più trafficate d’Italia e necessita di un ampliamento per migliorare la sicurezza e la fluidità del traffico. Per realizzare la terza corsia, prevista dal progetto di Autostrade per l’Italia, sono necessari centinaia di espropri di terreni e immobili lungo il tracciato, che interessa otto comuni tra le province di Firenze, Prato e Pistoia

Il progetto, che prevede un investimento di circa 500 milioni di euro, è entrato nella fase esecutiva. Autostrade per l’Italia sta inviando ai proprietari la comunicazione di approvazione del progetto con Occupazione di Urgenza e proposta dell’indennità provvisoria. In tali comunicazioni Autostrade avvisa anche della prossima presa in possesso dei beni.

Le indennità di espropriazione proposte sono spesso assai inferiori rispetto al valore del bene espropriato e non tengono in considerazione i soprassuoli e le svalutazioni alla porzione residua dei beni

Gli espropriati hanno trenta giorni di tempo per presentare le proprie osservazioni in forma scritta al progetto, inviando una raccomandata a Autostrade per l’Italia spa. Va tuttavia evidenziato che ben difficilmente i proprietari possono tutelare i loro diritti senza all’assistenza specializzata di un avvocato e di un consulente tecnico

Il progetto della terza corsia comporta anche importanti novità per la viabilità interna alla città di Pistoia, dove sarà realizzato un nuovo casello autostradale e una nuova strada, l’asse dei vivai, che collegherà la tangenziale di via Toscana (Nuova Pratese) con la Nuova Provinciale del Montalbano e la Bonellina. Inoltre, sarà realizzata una cassa di espansione del Torrente Brana, per prevenire il rischio di esondazioni.

L’ampliamento dell’autostrada A11 è un’opera strategica per lo sviluppo economico e sociale del territorio, ma comporta anche un impatto ambientale e sociale non trascurabile.

Tutelaespropri si sta già occupando della tutela di numerosi proprietari delle zona.

IL PROGETTO

Comuni coinvolti: Prato, Agliana, Pistoia, Pieve a Nievole, Sesto Fiorentino, Monsummano Terme, Campi Bisenzio, Firenze
Progetto completo -> Clicca qui
Espropri e piano particellare -> Clicca qui

Un bene di tua proprietà è a rischio di esproprio?

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter e riceverai aggiornamenti e avvisi riguardanti questo progetto.

HAI BISOGNO DI AIUTO?

TutelaEspropri è un’associazione con sedi in tutta Italia che da circa 20 anni tutela i proprietari di beni espropriati. Grazie all’attività dell’Associazione è possibile difendere i propri diritti, opporsi all’opera (quando ve ne siano le possibilità) o comunque ottenere ampie rivalutazioni delle indennità di esproprio e il riconoscimento di danni e svalutazioni subite da abitazioni e terreni.

Per informazioni contatta:
– La nostra sede nazionale al numero verde 800.68.48.96

Oppure richiedi un colloquio gratuito con uno dei nostri collaboratori cliccando sul seguente pulsante:

GUARDA ALCUNI  DEI NOSTRI CASI DI SUCCESSO -> Clicca qui

Condividi su:

Potrebbe interessarti:

Indennità esproprio

Espropriazione per pubblica utilità: occupazione d’urgenza

L’occupazione d’urgenza è una forma di espropriazione per pubblica utilità che consente allo stato di occupare un bene privato, senza il consenso del proprietario, per realizzare opere o servizi di pubblico interesse che non ammettono ritardo. Si tratta di una misura eccezionale e straordinaria, che deve essere giustificata da una situazione di necessità e urgenza, e che deve essere seguita da una regolare procedura espropriativa.​

Leggi tutto »
L'esperto risponde

I diritti fondamentali dei proprietari di proprietà espropriate per pubblica utilità

I proprietari hanno il diritto a ricevere un indennizzo economico che sia pari alla perdita economica che hanno subito, ma hanno anche un interesse legittimo (e quindi tutelabile) a che il procedimento espropriativo si svolga secondo le norme di legge. in sostanza si ha il diritto di verificare e pretendere che l’ente espropriante svolga il procedimento come previsto per legge e il diritto ad essere pagati quanto la legge prevede.

Leggi tutto »

Come calcolare l'indennità di esproprio?

Richiedi un colloquio gratuito

Ti aiuteremo gratuitamente a comprendere cosa ti stia accadendo e cosa puoi fare per difendere i tuoi diritti.

Richiedi una consulenza tecnica gratuita

I nostri tecnici sono a disposizione per una consulenza gratuita per verificare la correttezza dell’indennità di esproprio offerta dall’ente e, nei casi più delicati, per effettuare un sopraluogo gratuito.

Chiama ora il numero
VERDE nazionale centralizzato

Fissa un appuntamento telefonico per un colloquio gratuito o per prenotare un sopraluogo tecnico