Indennità di esproprio

Indennita di esproprio - Il procedimento - Video corsi

Questi 2 video offrono una panoramica completa sulle procedure di determinazione dell’indennità provvisoria e rideterminazione dell’indennità di esproprio e sono un’utile risorsa per comprenderne il complesso sistema.

Nel primo video esaminiamo le fasi del procedimento espropriativo che conducono alla fissazione dell’indennità provvisoria, esplorando le procedure ordinarie, accelerate e di urgenza.

Il secondo video affronta invece gli strumenti disponibili per la rideterminazione dell’indennità, come la nomina di una commissione arbitrale, l’affidamento della pratica alla commissione Provinciale per le espropriazioni e la determinazione giudiziale. Analizziamo anche le implicazioni delle procedure giudiziali e la possibilità di ricorso alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo.

La determinazione dell’indennità provvisoria

A seguito dell’approvazione del progetto definitivo, la procedura espropriativa entra in una nuova fase. Questo momento è caratterizzato dalla fissazione o determinazione dell’indennità provvisoria di esproprio, un’offerta di indennizzo da parte dell’ente espropriante al proprietario.

Guarda il video »

Testi ed approfondimenti

Determinazione definitiva dell’indennità di esproprio

Nel caso in cui il proprietario non accetti l’indennità provvisoria offerta entro il termine di 30 giorni, l’ente espropriante deve dare notizia al proprietario delle modalità per la fissazione definitiva dell’indennità di esproprio.

Indennità provvisoria di esproprio

Nell’ambito di espropri di limitate estensioni e gestiti da enti locali è normalmente possibile una fase di negoziazione dell’indennità provvisoria.

Occupazione d’urgenza e indennità aggiuntiva

In caso di occupazione d’urgenza preordinata all’esproprio, l’art. 22 bis comma 5 stabilisce che e’ dovuta un’indennità di occupazione